AVP 501 ENDURANCE TRAIL 501 KM 30.000 D+

Dopo il patrocinio della Presidenza della Regione Emilia-Romagna del Dicembre 2017, è stata ufficializzata la manifestazione di trail running AVP501 Endurance Trail svoltasi dall’1 al 9 Settembre 2018 lungo il sentiero Alta Via dei Parchi, nell’appennino dell’Emilia-Romagna. La manifestazione comprende una gara da 21km, una da 56km ed una da 501km denominata Endurance Trail.

Per la gara da 501 km la partenza è stata da Pennabilli (Rimini) il giorno 1 settembre; gli atleti avevano un tempo massimo di 200 ore (8 giorni ed 8 ore) per arrivare al traguardo di Berceto (Parma) dopo 501 km attraverso 8 parchi naturali:

Sasso Simone e Simoncello, Foreste Casentinesi, Vena del Gesso romagnola, Laghi di Suviana e Brasimone, Corno alle Scale, Alto Appennino Modenese, Appennino Tosco Emiliano, Valli del Cedra e del Parma.

Tracciato in linea, in tappa unica, con circa 37 punti ristoro sul percorso e 7 basi vita che assicureranno agli atleti l’appoggio necessario per questa vera e propria impresa che apre scenari nuovi nell’Endurance Trail.

Un vero VIAGGIO attraverso una regione, alla scoperta delle varietà paesaggistiche di ogni zona: 501 km da percorrere fra ampi orizzonti, zone naturali selvagge e tracce storiche di antichi confini.

Vedi a QUESTO LINK il video di Stefano Ovi (durata 3’38”), pilota e consigliere del Cai di Reggio Emilia, che sorvola il tratto di crinale appenninico dal Passo del Lagastrello fino a Berceto e ritorno.

L’AVVENTURA CHE NON TI ASPETTI

Il percorso interessa Emilia-Romagna, Marche, Toscana ed i Comuni appenninici delle province di Rimini, Pesaro e Urbino, Arezzo, Forlì-Cesena, Firenze, Ravenna, Bologna, Pistoia, Modena, Lucca, Reggio Emilia, Massa e Parma. Incrociando le antiche vie dei pellegrini, Francigena e Romea, Cammino di S. Antonio, Via Matildica e Cammino di Assisi, l’AVP501 permette di visitare antiche pievi, borghi, luoghi storici e luoghi sacri come santuari e gli eremi di Carpegna, Camaldoli, La Verna, Gamogna, Monte Mauro, Boccadirio. Si toccheranno quindi 3 regioni, 13 province, 90 monti, 39 centri abitati, 15 rifugi, 10 laghi, 41 passi appenninici e tanti luoghi di interesse storico culturale.

Circa 30.000 m. di dislivello positivo per un percorso in linea che evidenzia il meglio che le montagne appenniniche sanno offrire: circhi glaciali, laghi immersi nello splendore delle praterie d’alta quota, sterminate foreste e limpidi torrenti, rupi vulcaniche e falesie di gesso.

… …;

Nota: nell’Agosto 2016 è stato eseguito un test di fattibilità utilizzando le tracce gpx a disposizione sul sito della regione. Quella allegata al nostro sito è la traccia intera utilizzata nei test.